Per banca popolare di Bari interverremo ”attraverso uno strumento che è nella pancia di Invitalia, Mediocredito Centrale. Una sorta di Banca del Sud degli investimenti a partecipazione pubblica. Cerchiamo di fare di necessità virtù”. Così il premier Giuseppe Conte commenta il commissariamento della Banca popolare di Bari durante la conferenza stampa sui primi 100 giorni di governo sul tema della salute. “Assicureremo a Mediocredito centrale le necessarie risorse per poi, con un fondo interbancario, intervenire per rilanciare la Popolare di Bari”, ha aggiunto sottolineando che bisognerà “approfittare di questa situazione per rafforzare il sistema creditizio del Sud, altrimenti il Sud non può ripartire”.

“Quarto obiettivo: non tuteleremo nessun banchiere. Non agiamo a protezione di banchieri e non possiamo permettere che queste situazioni non abbiano nomi e cognomi”, ha concluso il premier.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Popolare di Bari, Conte: “Silenzio di ieri? Ho dovuto essere omissivo per non creare allarmi con i mercati aperti. Mi scuso con i cittadini”

next
Articolo Successivo

Nuova Iri, Elia Valori: “Evitare spirali di assistenzialismo e ricorso facile al risparmio postale. I capitali vanno cercati sui mercati”

next