Decine di migliaia di persone di tutto il mondo hanno partecipato alla grande marcia per il clima a Madrid assieme all’attivista svedese Greta Thumberg. In testa alla manifestazione, che si è snodata dalla stazione di Atocha fino al centrale Paseo del Prado, c’era un gruppo di nativi latino americani. “Domani sarà troppo tardi” si leggeva su molti dei cartelli dei manifestanti venuti nella capitale spagnola per far pressione sui partecipanti alla conferenza sul clima dell’Onu, la Cop25, che durerà fino al 13 dicembre. “Stiamo scioperando da un anno ma chi governa ignora ancora la crisi climatica” aveva detto Greta Thunberg parlando alla stampa, dopo essere arrivata a Madrid. “Andiamo avanti con la nostra azione, sperando che da Cop25 venga fuori qualcosa di concreto”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cile, il sindaco di Valparaìso mi spiega: ‘La violenza di piazza è una trappola politica. Ora il movimento passi alla proposta’

next
Articolo Successivo

Uk, i mercati iniziano a farsi piacere Boris Johnson e la Brexit: l’alternativa li terrorizza ancora di più

next