“Perché Giorgia Meloni e Matteo Salvini dicono che la canzone ‘Bella Ciao’ cantata dai commissari europei è ‘uno spettacolo indecente e scandaloso’? Non lo so, forse perché ci sono dei rigurgiti. È evidente che questa canzone possa dar fastidio solo a chi ha ancora sulla pelle pulsioni fasciste. Altrimenti questa canzone non può dare fastidio a nessuno. Se invece sei fascista, questa canzone ti dà sicuramente fastidio“. Così, a Tagadà (La7), il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia, dopo aver intonato ‘Bella Ciao’ in studio, commenta le affermazioni indignate della presidente di Fratelli d’Italia e del leader della Lega su quanto è avvenuto ieri all’interno dell’aula dell’Europarlamento di Strasburgo, dopo il via libera definitivo alla Commissione Ue guidata da Ursula von der Leyen.

E aggiunge: “Giorgia Meloni e Matteo Salvini sono due ragazzi che vivono nelle viscere della società italiana. Prendono alcune cose quando conviene a loro, altre cose fanno finta di non vederle. La canzone ‘Bella ciao’ è un inno non solo alla Resistenza, ma alla difesa dei diritti degli italiani, perché, se oggi siamo qui, è per quello che è stato fatto in quegli anni. Quella canzone è patrimonio della Repubblica italiana, non dei comunisti. La cantavano i partigiani, ma in realtà questa canzone si diffonde dopo la manifestazione di Praga nel 1947″.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Prescrizione, Delrio: “Capisco Di Maio ma no a bandierine e ricatti, c’è un tavolo aperto. Pd non resta al governo a tutti i costi”

next
Articolo Successivo

Sallusti al leader delle Sardine: “Oltre a dire che Salvini è str***, cosa pensate?”. “Ha gli occhi foderati di prosciutto”

next