Incidente hot in diretta a Vieni da Me per Elisabetta Gregoraci. L’ex compagna di Flavio Briatore è stata ospite nel salotto di Caterina Balivo e ha dovuto fare i conti con il reggiseno “birichino” che le ha dato del filo da torcere per tutto il tempo dell’intervista. La showgirl ha continuato ad aggiustarsi ma poi la situazione è degenerata quando, parlando della sua infanzia, ha rivelato di esser stata un maschiaccio e di aver giocato a calcio e la conduttrice le ha consegnato un pallone chiedendole di fare qualche palleggio. Elisabetta Gregoraci si è messa in gioco ma il vestito che indossava era troppo stretto per cui, nonostante i tentativi di tirare su la gonna, non è riuscita a fare molto.

Non si può fare, non mi posso spogliare perché è un vestito tutto intero“, ha esclamato la showgirl. Il movimento però, le ha causato un inconveniente e così, credendo di non essere ripresa, l’ex compagna di Briatore ha infilato una mano nella scollatura della camicetta per sistemare il reggiseno. “Continua a salire…”, ha detto giustificandosi a Caterina Balivo. Le telecamere però hanno ripreso tutta la scena per cui la conduttrice è dovuta intervenire per coprire Elisabetta e darle il tempo di sistemarsi. Neanche a dirlo, la gag piccante fa il giro dei social.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gino Paoli: “Facemmo una riunione con Beppe Grillo per convincerlo a non creare il Movimento. Eravamo io, Arnaldo Bagnasco e Renzo Piano”

next
Articolo Successivo

Maurizia Paradiso: “Sono sola, mi hanno abbandonata tutti, mi considerano già morta. Vorrei solo essere ascoltata, sennò inizierò lo sciopero della sete e dei farmaci”

next