“Ops, transatlantico deserto. Perché oggi non si vota e a chi manca non decurtano lo stipendio e non viene segnata come assenza. Tutti a casa di giovedì i moralizzatori grillini? Dai mi sento sola venite a farmi compagnia, assenteisti! Capito perché il M5S ha bocciato la proposta di Fratelli d’Italia per fare timbrare il cartellino ai parlamentari? Ps. Noi anche oggi al lavoro, tra poco illustriamo gli oltre 500 emendamenti alla manovra presentati da Fratelli d’Italia”. Così scrive in un post su Facebook la leader di FdI Giorgia Meloni pubblicando un suo selfie che mostra alle sue spalle il cosiddetto transatlantico (il lungo corridoio che si trova accanto all’Aula del Parlamento italiano, nel palazzo di Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, ndr) deserto, senza nessuno in giro.

Peccato però che la sua denuncia si sia rivelata uno scivolone dal momento che, come le ha fatto notare nei commenti il deputato M5s Paolo Giuliodori, in quel momento nei pressi dell’Aula non c’era effettivamente nessuno perché tutti erano impegnati nei lavori delle commissioni che si trovano però su un altro piano. “Ciao Giorgia, io cambierei chi ti gestisce il calendario altrimenti non si spiega il tuo 27% di presenze in aula…se vuoi lavorare ci trovi al quarto piano di Montecitorio nelle varie commissioni“, le ha scritto infatti Giuliodori commentando poi con ironia: “Io sono Giorgia e non conosco il calendario dei lavori parlamentari“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Roma, De Vito torna a presiedere il Consiglio comunale dopo la revoca dei domiciliari. Il suo saluto all’Aula: “Dove eravamo rimasti”

next
Articolo Successivo

Comune di Roma, Marcello De Vito torna in Aula come presidente. E ringrazia per gli applausi: “Un onore rientrare e ritrovare i colleghi”

next