Si chiamano Steve e Danika Mori, sono fidanzati da 11 anni e sono una delle coppie più amate del porno. Il loro video più visto ha 38 milioni di views. Porno? Sì, ma con amore. Oggi i due sono stati ospiti a Radio Deejay. Come raccontato da Nicola Savino, hanno cominciato girando dei video nella loro intimità che poi hanno deciso di condividere sulle piattaforme hard. La coppia realizza video porno prevalentemente ‘a due’ ma di recente hanno scelto di farlo con un’altra coppia: “E’ stato tutto in amicizia – ha raccontato Danika – li abbiamo scelti perché ci siamo trovati bene. Ma la nostra intenzione è rimanere tra di noi”. Un caso unico, quello di Stefano (in arte Steve) e Danika, perché tra loro ci sono dei sentimenti cosa che nel porno, ovviamente, non accade. Ma come l’hanno presa le loro famiglie? “Il padre di Stefano è fantastico, ci segue anche su Instagram – ha proseguito Danika – e ha accettato la nostra scelta. La mia famiglia invece no: mia madre mi preferirebbe disoccupata e non pornostar“. Il motivo per cui lo fanno? “A diventare famosi non ci abbiamo mai pensato – ha spiegato la giovane – anzi l’idea era proprio di mantenere la nostra vita senza diventare figure pubbliche. Adesso, dopo Pornhub e le tante visualizzazioni, ci stiamo divertendo molto”. Il rapporto col porno? “Guardo i nostri video – ha chiuso Danika – non sono ninfomane e non guardo tantissimo porno“.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pomeriggio 5, Serena Grandi: “Sono stata fidanzata con Gianni Morandi, è stato un grande amore”

next
Articolo Successivo

Francesco Totti interpretato dal figlio di Sergio Castellitto in una fiction? “Ha la stesso sguardo chiaro e limpido del Pupone”

next