È morta Maria Perego, 95 anni, l’autrice televisiva “mamma” del personaggio di Topo Gigio. Aveva 95 anni ma la sua carriera non era ancora finita: stava lavorando al ritorno di Topo Gigio su Rai Yoyo, atteso per il prossimo anno. La sua scomparsa è stata annunciata “con grande dolore” da Alessandro Rossi, amministratore della Topo Gigio srl: “La signora è stata una eccezionale ambasciatrice della creatività italiana – ha detto in un comunicato-. Topo Gigio sembrava prendere vita dalle sue mani e con lei ha viaggiato nei paesi di tutto il mondo. È stata una infaticabile lavoratrice e fino alla fine ha lavorato su nuovi progetti, l’ultimo dei quali è la nuovissima serie a cartoni animati su Topo Gigio che verrà prossimamente trasmessa da Rai Yoyo. Ci mancherà moltissimo”.

Il famoso pupazzo della tv è stato una presenza fissa in “Canzonissima” e “Zecchino d’oro” e quest’anno ha festeggiato i 60 anni di vita. Un successo che dall’Italia era poi diventato internazionale, dal Giappone all’Ecuador, con tanto di gadget, libri, dischi e cartoni animati. Il topo, animato per decenni dalla voce di Peppino Mazzullo e ricordato per la sua celebre frase “ma cosa mi dici mai?”, era stato al fianco anche di Raffaella Carrà, Cino Tortorella e Memo Remigi. Così la Perego lo aveva ideato e creato: voleva un personaggio con un forte romanticismo, innocenza pura e senso dell’umorismo, ricreando quella tipologia di effusioni proprie dei bambini desiderosi di tenerezza. L’autrice, in un’intervista, ha attribuito il suo enorme successo al fatto che fosse “il ritratto del candore, della fiducia in un mondo flagellato dai pericoli e dalle paure”. Insieme a lei e a Mazzullo, anche Federico Caldura e Guido Stagnaro hanno contribuito al successo di Topo Gigio.

Nel 2004 Maria Perego aveva firmato un contratto con Mediaset che stabiliva anche il passaggio di Topo Gigio alla televisione commerciale dove era già stato negli anni Ottanta in numerosi trasmissioni di varietà e in programmi per ragazzi e, tra le altre cose, la sostituzione della voce Mazzullo. Nonostante il contratto preservasse la presenza del pupazzo nelle trasmissioni storiche, quell’anno nello “Zecchino d’Oro” venne sostituito da Geronimo Stilton della Piemme, generando numerose polemiche dirette alla Rai. Nel 2005 Topo Gigio è tornato allo “Zecchino d’Oro“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il principe Harry e la gag con una fan. Lei: “Come sei bello”. E lui risponde mostrando la fede: “Sono sposato”

prev
Articolo Successivo

Adrian, nuovo flop di ascolti per Celentano. Non sono bastati i big della tv le (poche) canzoni

next