Una coppia di turisti tedeschi è stata cacciata dalla nave da crociera Mein Schiff 5 della compagnia Tui a bordo della quale avrebbe dovuto trascorrere una vacanza ai Caraibi perché ha fatto sesso troppo rumorosamente. È stata la stessa coppia, che ora ha fatto causa alla compagnia, a raccontare la disavventura vissuta lo scorso aprile ai quotidiani, come riferisce il Daily Mail. I due erano al primo giorno di vacanza quando, la sera, si è lasciata andare alla passione, dimenticando di chiudere la portafinestra del balcone della loro stanza: così i vicini di stanza hanno sentito le loro grida e, esasperati, hanno avvertito il personale di bordo.

Abbiamo fatto sesso ad alto volume e dopo abbiamo avuto una discussione – ha raccontato la coppia – Non abbiamo rotto nulla, non c’era violenza. Era sesso consensuale”. Poco dopo è arrivato un membro del personale a bussare alla loro porta avvisandoli che per ordine del capitano della nave sarebbero stati fatti sbarcare immediatamente. “Io e mio marito Volker siamo stati fatti sbarcare all’una di notte su un’isola delle Barbados senza le nostre valigie. Da lì abbiamo trovato un aereo per Parigi e poi abbiamo preso un treno”, ha spiegato la donna. La coppia ha annunciato che farà causa alla compagnia per danni e per il rimborso delle spese di viaggio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Dolcetto o scherzetto?”, ma tra le caramelle c’erano psicofarmaci: ricoverata una bambina di tre anni

prev
Articolo Successivo

McKamey Manor, la casa stregata più spaventosa del mondo offre 20mila dollari a chi arriva alla fine non chiuderà: “Centro di tortura”

next