“Appena mi hanno visto sono impazziti, è stato un vero e proprio tentativo di linciaggio”, Filippo Roma parla per la prima volta all’Adnkronos. L’inviato delle Iene nei giorni scorsi è stato aggredito a Napoli durante la manifestazione Italia a 5 Stelle, il giornalista si trovava all’evento per intervistata la sindaca di Roma Virginia Raggi sull’emergenza rifiuti nella capitale. La sua presenza non è stata affatto gradita ed è stato accerchiato e insultato da alcuni militanti del partito grillino, allontanati solo grazie all’intervento della Digos.

Mi hanno urlato bastardo, figlio di puttana, venduto. So bene che gli attivisti e i simpatizzanti del Movimento da sempre mi odiano per le inchieste che ho fatto sui Cinque Stelle, una su tutte quella delle false firme. Dimenticano, però, come tante altre ne abbia fatte su membri del Partito democratico o di Forza Italia e pensano sia un venduto al soldo di Berlusconi“, ha spiegato Roma per poi aggiungere ulteriori dettagli: “Ero circondato da 100 persone, chi si faceva sotto con pugni, colpendo anche il cameraman, chi urlava insulti pesanti. È stato davvero incredibile, io sto bene, solo un cazzotto mi ha sfiorato. Sapevo di non essere simpatico agli attivisti, ma non immaginavo a tal punto. Avevano gli occhi venati di odio, nella storia politica italiana non c’è mai stato questo atteggiamento, neanche nei momenti più bui“. Le immagini andranno in onda nella puntata de Le Iene di questa sera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Temptation Island Vip, la finale: Pago “cornuto e mazziato”, Delia Duran piange senza lacrime e Gabriele Pippo dice sì a malincuore

next
Articolo Successivo

Confronto tv Salvini-Renzi, sfida di 75 minuti senza regole e con Vespa arbitro. Il duello voluto dai due Matteo per “oscurare” il governo

next