Un giro in giostra e poi la caduta sull’asfalto. È la scena terribile vissuta da una coppia newyorchese mentre si trovava ad un festival all’aperto nel New Jersey con la figlia decenne che ha perso la vita davanti ai loro occhi. La tragedia è avvenuta durante il Deerfield Township Harvest Festival, di Deerfield. La ragazzina ad un certo punto ha chiesto ai genitori di poter fare un giro sul Wisdom Super Sizzler che somiglia ad un polipo con lunghe braccia alle cui estremità sono posizionate cabinette che a loro volta girano su se stesse all’impazzata. Ma il dramma si è consumato in un attimo. All’improvviso la ragazzina è stata espulsa dalla giostra a velocità altissima ed è finita con violenza sull’asfalto. A nulla è valso l’accorrere dei genitori e il trasporto in elicottero all’ospedale della Cooper University. I responsabili del festival hanno dichiarato sul loro sito web che le giostre sono state fornite dalla Skelly’s Amusements, di Williamstown. Successivamente sulla pagina Facebook della Skelly’s è apparso un post dove affermano di avere “il cuore spezzato dalla morte.della bimba”: “Le parole non possono esprimere i nostri sentimenti e porgiamo le nostre più profonde condoglianze alla famiglia della vittima”. Nel frattempo gli organizzatori del festival hanno cancellato la parata prevista per domenica e chiuso giostre e giochi in attesa delle perizie tecniche di polizia e specialisti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

“Fatemi uscire fuori da qui, è buio”: il veterano morto “parla” dalla bara durante il funerale. Tra i presenti cala il gelo

prev
Articolo Successivo

Brasile, crolla un palazzo di 7 piani a Fortaleza. Il disastro ripreso in diretta

next