Hanno trovato per terra una schedina di memoria SD, di quelle utilizzate per i cellulari e le fotocamere, l’hanno provata e all’interno hanno trovato una cartella chiamata “Homicide at midtown Marriott“, che conteneva per l’appunto foto e video di un omicidio così non ci hanno pensato due volte e hanno consegnato tutto alla polizia. Il ritrovamento è avvenuto in una strada di Anchorage, in Alaska, come riferisce il New York Times: la schedina conteneva 29 immagini e 12 video che descrivono una brutale aggressione ai danni di una donna, avvenuta in un hotel. Sull’accaduto la polizia ha aperto un’inchiesta e arrestato un uomo, Brian Steven Smith, accusato di omicidio di primo grado.

Le autorità ritengono che la donna mostrata nel video sia la stessa i cui resti sono stati trovati il ​​2 ottobre scorso vicino all’incrocio tra Seward Highway e Rainbow Valley Road, a sud-est di Anchorage, ma non sono ancora riusciti a identificarla ufficialmente. Nelle immagini sulla schedina si vede la donna “sdraiata a faccia in giù su quello che sembrava essere un cassone di un camion”, come hanno fatto sapere i pubblici ministeri, e poi mentre viene strangolata a morte dal suo aggressore.

Grazie alle foto e ai video contenuti sulla schedina, la polizia è riuscita a ricostruire quanto accaduto e a risalire a Smith perché le immagini caricate sono datate tra il 4 settembre e il 6 settembre, più precisamente all’ 1.12 del 6 settembre. Non solo, come si legge sul New York Times, gli inquirenti hanno scoperto anche in quale hotel è avvenuto l’omicidio: il TownePlace Suites by Marriott Anchorage Midtown, la cui moquette corrisponde a quella mostrata nelle immagini e nei video della SD e dove Smith risulta aver soggiornato proprio dal 2 al 4 settembre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Mangia una crocchetta di pesce ma è bollente e gli “brucia la gola”: muore a 51 anni

next
Articolo Successivo

Avvistata creatura misteriosa in mare: “Uno strano animale che nuotava in superficie”. Perplessità tra gli esperti

next