Altro femminicidio, questa volta a Lomazzo, in provincia di Como. Una donna di 48 anni è stata ritrovata morta in un sacco a pelo nel bosco. Secondo i primi accertamenti, a uccidere la donna di origini marocchine è stato il suo compagno, connazionale di 45 anni, già fermato dalla polizia locale a Milano durante un controllo di routine. Il 45enne ha già confessato. Agli agenti di polizia ha detto di aver ucciso la donna dopo un litigio. E stato poi lui ad accompagnare le forze dell’ordine nel luogo in cui aveva nascosto il cadavere. Solo poche ore prima a Pozzo D’Adda, una donna è stata strangolata dal suo compagno che ha poi tentato, senza riuscirci, il suicidio. L’uomo di 46 anni ha poi chiamato l’ex moglie al telefono ripetendo con concitazione di aver “fatto una pazzia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, agguato in ospedale: le immagini degli spari e della fuga dei pazienti

next
Articolo Successivo

Mafia, blitz della polizia contro la “stidda” di Gela: 500 uomini pronti a una nuova guerra. Nei video un raid armato contro un negozio

next