Logitech MX Keys è una nuova tastiera wireless a membrana studiata per lavorare. Si tratta di un prodotto di fascia alta pensato per i professionisti che cercano minimalismo e produttività. Il feedback ricorda quello delle tastiere dei portatili al top di gamma, rispetto ai quali garantisce una maggiore spaziatura tra i tasti e tante funzioni utili.

La qualità costruttiva è di alto livello, nelle prove la digitazione si è dimostrata sempre confortevole e abbiamo apprezzato i tasti personalizzabili tramite software e l’autonomia di 10 giorni. Quando le batterie interne sono scariche basta collegare la tastiera al computer mediante connettore USB-C. Non manca la retroilluminazione intelligente, che si attiva solo quando l’illuminazione ambientale è bassa. Non c’è la possibilità di regolare l’inclinazione, non dispone della funzione per la ricarica rapida e il prezzo, pari a 115 euro, è superiore alla media.

Design

MX Keys è una tastiera compatta ed elegante, con il rivestimento esterno in plastica. Il bordino rimovibile nella parte alta contiene elettronica, batteria e moduli per la connettività. Nella parte inferiore ci sono sei piedini in gomma per evitare che scivoli sulla scrivania, purtroppo mancano dei rialzi per regolare l’inclinazione nella posizione più ergonomica per la digitazione. Spesso i modelli al top di gamma includono nella confezione un poggiapolsi agganciabile, ma è assente e sono in vendita opzionalmente.

I tasti misurano 11 x 11 millimetri e sono distanziati da uno spazio di tre millimetri. Nel complesso offre un’area adeguata per una digitazione confortevole. Le coperture dei tasti sono in plastica e si rileva una leggera flessione superiore per consentire ai polpastrelli di appoggiarsi in maniera naturale, rendendo la digitazione più confortevole. I tasti della prima e dell’ultima fila sono piatti per individuarli facilmente alla cieca.

La parte posteriore è pulita, eccezion fatta per il tasto di accensione e spegnimento e per la porta di ricarica USB-C. Sulla parte frontale ci sono un LED a destra e il piccolo logo “logi” al centro.

Funzioni

I tasti da F1 a F12 offrono di base la possibilità di controllare luminosità dello schermo, applicazioni, controlli multimediali e luminosità della tastiera. La vera potenzialità si sblocca tramite il software Logitech Options, che consente di personalizzare i singoli tasti funzione, oppure di abilitare le impostazioni specifiche, in modo da avere una personalizzazione a seconda dell’applicazione utilizzata. Per esempio, si possono impostare scorciatoie da tastiera differenti a seconda che si usi Premiere, Photoshop o Word, ad esempio.

Una delle novità più importanti è rappresentata dalla modalità Easy-Switch. Possono abilitarla solo gli utenti che hanno acquistato anche un mouse della gamma MX, e permette di usare il mouse con due o tre computer collegati alla stessa rete e di “seguire” il mouse con la tastiera. In questo modo si può digitare testo dalla MX Keys su un massimo di tre dispositivi contemporaneamente, senza dover premer alcun tasto. Nei test questa modalità ha funzionato molto bene e ha permesso di usare un mouse e una tastiera soli per comandare fino a tre computer contemporaneamente.

La retroilluminazione dei tasti è particolare: si può regolare tramite i tasti F6 e F7, se non si fa nulla, pensa a tutto la tastiera. I sensori posizionati nella parte superiore dell’intelaiatura rilevano la luminosità ambientale e adattano l’intensità della retroilluminazione in tempo reale. In un ambiente bene illuminato la tastiera rimarrà spenta, in penombra verrà attivata automaticamente la luminosità media, al buio salirà al massimo. Inoltre la retroilluminazione si spegne automaticamente quando la tastiera non viene utilizzata e si riaccende non appena si avvicinano le mani ai tasti. A parte l’effetto scenografico, si ottiene così un buona risparmio di energia, a favore dell’autonomia.

Autonomia

Nonostante la presenza del connettore USB-C manca la ricarica rapida. La batteria integrata assicura un’autonomia di circa 10 giorni, che varia molto a seconda dell’uso e delle condizioni di illuminazione ambientale. A prescindere da quest’ultimo parametro, quando l’autonomia residua scende sotto al 10% la retroilluminazione viene automaticamente disabilitata e subentra una modalità di risparmio energetico che fa durare la batteria fino a due settimane.

Nel caso la retroilluminazione non venga mai usata, Logitech sostiene che si possano raggiungere fino a 5 mesi d’uso, ma a causa dei tempi ristretti di test non abbiamo avuto modo e tempo di verificare questo dato. In ogni caso, si può continuare a usare la Logitech MX Keys anche durante la carica.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Phyjama è il nuovo indumento da notte che monitora battito cardiaco e frequenza respiratoria

prev
Articolo Successivo

Spotify inasprisce i controlli per Premium for Family: legittimi solo coloro che risiedono allo stesso indirizzo

next