Incassata la fiducia alla Camera, con 343 voti a favore contro 263 no, il governo Conte 2 oggi passa al giudizio del Senato. In aula anche Matteo Salvini, lunedì in piazza con Giorgia Meloni, all’indomani della bagarre a Montecitorio con grida, cartelli e cori da stadio e la richiesta di elezioni. Nel discorso programmatico del premier, la ‘nuova stagione riformatrice’: taglio dei parlamentari e nuova legge elettorale, revisione dei decreti sicurezza, manovra senza aumento Iva e con tagli al cuneo fiscale, nuovo Patto di Stabilità, misure per gli asili nido, revisione delle concessioni autostradali; rigore e responsabilità sui migranti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, De Benedetti: “Le elezioni sarebbero state meglio. Il Pd rischia, il M5s scomparirà”

next
Articolo Successivo

Governo Conte 2, si è risvegliata l’intelligenza della sinistra. E il problema non era il M5s

next