“Le mafie sono sottovalutate perché non sparano e non fanno stragi, ma hanno un potere economico e finanziario enorme, si stanno comprando parte dell’Italia inquinando il tessuto economico. Io però non sento più parlare di lotta alla mafia. Chiaro che ci sono tanti altri problemi ma mi sembra che la sottovalutazione della questione mafiosa sia sotto gli occhi di tutti, per non parlare di quanto sia assordante il silenzio della politica sulla questione stragi“. Così Nino Di Matteo nel corso dell’intervista di Marco Lillo in occasione della festa per i 10 anni del Fatto Quotidiano: “Io sogno una politica che nella lotta alla criminalità sia in prima linea. Quella politica che faceva Pio La Torre alla fine degli anni 70 in Sicilia”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Versiliana 2019, Bersani: “Rodotà? Ecco come è andata. Vi racconto la verità”

next
Articolo Successivo

Versiliana 2019, che governo sarà? Rivedi l’incontro con Morra e Bonafè e l’intervento del premier incaricato Conte

next