Il suo braccio è stato risucchiato da una pompa di filtraggio della piscina in cui stava nuotando ed è rimasta così sott’acqua per 15 minuti. Così è morta una bambina di 12 anni, Alisa Adamova, originaria di San Pietroburgo, in Russia: la tragedia è avvenuta nella piscina esterna del Sunhill Hotel di Bodrum, in Turchia, dove la piccola si trovava in vacanza con la famiglia. Il padre, non vedendola riemergere, si è buttato in acqua e ha tentato di liberarla senza però riuscirci: Alisa era rimasta incastrata.

Così, l’uomo ha subito dato l’allarme: a soccorrere la 12enne sono intervenuti prima altri turisti presenti e poi il personale della struttura, che ha cercato di arrestare il meccanismo della piscina. Dopo vari tentativi, non trovando l’interruttore, il personale ha deciso di staccare il motore della pompa per fermarla. Una volta recuperato il corpo della piccola, i soccorritori sono riusciti a rianimarla ma il suo cuore non ha retto e dopo 11 giorni dal ricovero in ospedale è morta.

Ora la famiglia, come riporta il Sun, chiede che i responsabili vengano puniti: i genitori hanno raccontato infatti che il bagnino non era presente al momento dell’incidente e che nessuno sapeva come intervenire. Sull’accaduto indaga la polizia, che sta valutando le posizioni del personale dell’albergo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Segovia, uomo muore incornato da un toro durante la festa degli Encierros

prev
Articolo Successivo

Bruno Fernandes, il portiere condannato a 20 anni di carcere per omicidio torna in campo. I tifosi: “È un assassino, qui non lo vogliamo”

next