Come da tradizione e come avvenuto in passato, la prima festa è lì dove tutto è cominciato o quasi. Il teatro questa volta è a Lodi al Bar Marino, in pieno centro storico della città, che ha riaperto la saracinesca verso le 22 quando è arrivata la titolare Marisa Caserini con il marito e la figlia. È qui che è stato centrato il 6 dei record al Superenalotto dopo oltre un anno. Sono stati vinti 209.160.441 euro: il jackpot è il più alto nella storia non solo del Superenalotto, ma anche di tutte le lotterie mondiali. Il bar aveva chiuso alle 20.

“Siamo estremamente emozionati soprattutto perché la vincita non è toccata a un sistema, ma a una sola persona che deve aver chiesto una schedina da due euro – ha spiegato Sara Poggi, figlia della titolare -. Questo significa che si tratta quasi certamente di una persona che non è esperta del gioco e che quindi a maggior ragione non si aspettava di vincere e per di più una cifra simile. Noi abbiamo un desiderio: che il vincitore divida la sua vincita con chi intorno a lui o lei ha veramente bisogno“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Superenalotto, esce a Lodi il 6 dei record: vinti 209 milioni con schedina “casuale” da 2 euro

prev
Articolo Successivo

Katy Perry accusata di molestie dal modello Josh Kloss: “Mi ha costretto a mostrare il mio pene ai suoi amici”

next