Un cantante, molto famoso, tra i più famosi oggi, mi ha detto che mi avrebbe fatto fare il suo videoclip a patto che fossi andata con lui. Ma non era tutto. Mi ha anche detto che il suo gatto avrebbe dovuto guardarci. A me piacciono molto i gatti ma non così tanto come piacevano a lui. Lui ama condividere le sue nuove fiamme con il gatto. Cioè lui mi ha invitato a casa sua, mettendo come condizioni il fatto che il gatto dovesse guardare. Sono rimasta sconvolta, ora ogni volta che sento le sue canzoni in pubblico scoppio a ridere”. A rivelarlo ai microfoni de I Lunatici su Rai Radio2 è Giulia Ragazzini, la prima italiana a vincere il titolo di Miss Europa.

La giovane ha parlato della sua esperienza al concorso di bellezza ma anche delle proposte indecenti che le arrivano sui social: “Su instagram arriva qualsiasi cosa. Dagli uomini che propongono di farmi indossare i vestiti delle mogli in cambio di denaro, agli aspiranti schiavi – ha raccontato ancora Giulia Ragazzini -. Dagli Emirati Arabi mi scrive tanta gente chiedendomi di fare dei selfie con i loro falchi. Qui abbiamo cani e gatti, lì vanno in giro con i falchi”.

“Questo è un mondo più sporco rispetto agli altri, ma ogni ambiente deve fare i conti con certe dinamiche. Offerte particolari? E’ successo varie volte, soprattutto per quanto riguarda i registi o cantanti, che ti promettono di farti fare i loro videoclip musicali – ha proseguito la giovane -. Magari può capitare che ti piace un cantante, gli lasci un like su Instagram, lui vede e ti manda un messaggio privato. Facendoti delle proposte indecenti“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Chiara Ferragni e Fedez, conto salato dopo la serata a Ibiza. L’influencer commenta: “E non c’era neanche la mia acqua”

prev
Articolo Successivo

Nadia Toffa morta, la denuncia dell’agenzia funebre Taffo: “Nostro nome usato per post meschini sulla sua morte”

next