Secondo Us Food, la più grande società di distribuzione alimentare degli Stati Uniti, un terzo dei rider assaggia il cibo prima di consegnarlo al cliente. Il risultato arriva da circa 1500 interviste che sono state realizzate a consumatori e clienti: sono 150 su 500 i fattorini che hanno ammesso di assaggiare le pietanze che devono poi consegnare. Il 28%. Il 54% ha invece affermato di “limitarsi” ad annusare il cibo. Per quel che riguarda gli i clienti, invece, la lamentela più diffusa è quella sui piatti che arrivano freddi a causa dei lunghi tempi di consegna. E i rider? E’ nota la protesta per via delle mance troppo basse: in tanti hanno detto di non ricevere mai la mancia e sono altrettanti i rider che la considerano troppo bassa. Ma i clienti non sembrano d’accordo: il 95% sostiene di dare sempre la mancia. Il 63% lo fa attraverso la app con la quale ha ordinato il cibo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Victoria’s Secret, cancellata l’iconica sfilata di lingerie: dopo 23 anni addio agli “angeli”

prev
Articolo Successivo

Veera Kinnunen e Stefano Oradei, nuovo capitolo: “Storia in crisi da tempo. Lei sospettava tradimento di lui con Gessica Notaro”

next