Chi non riesce a fare a meno dei videogiochi nemmeno quando può usare solo lo smartphone, può prendere nota che a breve sarà in vendita un nuovo telefonino fatto apposta per soddisfare questo tipo di esigenza. Si chiama Black Shark 2 Pro, è appena stato presentato ufficialmente ed è la versione Pro del Black Shark 2 che abbiamo già recensito.

L’equipaggiamento è il principale elemento di novità, perché include il recentissimo Snapdragon 855 Plus di Qualcomm accoppiato a 12 Gigabyte di RAM. Per assicurare tempi di risposta rapidi nei giochi c’è poi la memoria interna di tipo UFS 3.0, le più veloci che è possibile integrare oggi in smartphone e tablet. Saranno disponibili due tagli: da 128 o 256 Gigabyte a seconda della configurazione scelta.

Lo schermo è un modello AMOLED da 6,39 pollici con risoluzione Full-HD+ e la sua caratteristica principale è che ha una latenza al tocco di 34,7 millisecondi, un tempo molto basso che promette buona reattività ai comandi touch durante le fasi più concitate di gioco. C’è anche un sistema di DC Dimming 2.0 personalizzato che dovrebbe garantire una migliore resa a bassa luminosità.

Il rivestimento posteriore di Black Shark 2 Pro è stato leggermente rivisitato rispetto al modello precedente: al posto del metallo c’è un impiego maggiore del vetro, e il nuovo design dovrebbe assicurare una migliore impugnatura dello smartphone. Inoltre, le strisce RGB sono state riposizionate su entrambi i lati del logo Black Shark a uguale distanza. Il sistema di raffreddamento a liquido 3.0 è stato migliorato per garantire una migliore dissipazione del calore.

Troviamo inoltre una fotocamera frontale da 20 Megapixel e una dual camera sul retro che si compone di un sensore principale da 48 Megapixel e un teleobiettivo da 12 Megapixel. La batteria è da 4.000 milliampere per ora, con supporto alla ricarica rapida a 27W.

In prima battuta Black Shark 2 Pro sarà in vendita in Cina, con prezzi al cambio di 391 euro per la versione con 128 Gigabyte di memoria interna e di 521 euro per quella con 256 Gigabyte. Per il momento, non ci sono informazioni sulla possibile commercializzazione in altri mercati, ma è da tenere presente che i prodotti Black Shark sono ampiamente venduti in Europa, quindi presumibilmente l’attesa non sarà lunga.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

DOOM Eternal protagonista del primo QuakeCon europeo

prev
Articolo Successivo

L’Intelligenza Artificiale di Amazon chiacchiera in maniera sempre più fluida

next