Argento, dietro alla classe della statunitense Katie Ledecky, campionessa olimpica e detentrice del record del mondo nella distanza: è un secondo posto da non dimenticare quello dell’italiana Simona Quadarella negli 800 metri stile libero ai mondiali di nuoto di Gwangju. La Quadarella, già oro nei 1500 stile libero, puntava al primo posto ma ha dovuto fare i conti con la strategia vincente della nuotatrice americana: la Ledecky è partita fortissimo, dando un ritmo altissimo nelle prime quattro vasche. Poi ha deciso di rifiatare, dando la possibilità a Simona Quadarella di rimontare e passare in testa, con il primo posto mantenuto fino ai 750 metri. Negli ultimi 50, infine, lo sprint della statunitense, che ha vinto con merito davanti all’italiana. I tempi: 8’13″58 per Katie Ledecky, 8’14″99 per la ventenne romana (nuovo record italiana) e 8’15″70 per la terza classificata, l’australiana Ariarne Titmus.

“Spiace ma sono contenta, quando stai accarezzando la medaglia che vorresti… Ma sono contenta, perché mi sembra assurdo, essere qui a tenere testa ad un’atleta del genere, che fino a tre anni vedevo in tv”. Queste le prime parole di Simona Quadarella dopo la finale: “Sono contentissima a prescindere, un po’ me la aspettavo. Ma ci ho creduto tantissimo, ho provato a compiere l’impresa“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Calcio, De Rossi al Boca: il video della sua presentazione al club argentino è emozionante

prev
Articolo Successivo

Vincenzo Nibali vince l’ultima tappa sulle Alpi al Tour de France. Il colombiano Bernal mantiene la maglia gialla: il trionfo finale è suo

next