Doveva essere Giancarlo Magalli a interpretare il personaggio del prete-investigatore Don Matteo nell’omonima fiction di Rai1 e non Terence Hill. A rivelarlo è stato lo stesso conduttore ospite di Paola Perego a Non disturbare spiegando che decise però di rifiutare quel ruolo. La proposta gli arrivò quando ancora la serie tv, ora molto popolare, era ancora solo sul copione e nessuno immaginava il grande successo che ha poi avuto. Lui quindi, avrebbe dovuto proprio dare il volto a Don Matteo, cosa che poi ha fatto invece Terence Hill. È stato lui stesso a rivelare le ragioni del suo rifiuto: per girare la serie avrebbe dovuto trasferirsi a Gubbio – la cittadina umbra dove sono state ambientate le prime stagioni della serie che ha per protagonista il prete in bicicletta – per 8 mesi e lui non se l’è sentita di lasciare per così tanto tempo la sua famiglia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Undicenne muore dopo aver mangiato una barretta al cioccolato: l’errore nell’esposizione al supermercato

next
Articolo Successivo

Morta Danika McGuigan, l’attrice figlia del pugile Barry: aveva 33 anni ed era malata di leucemia

next