Apple ha pubblicato un’ondata di aggiornamenti per tutti i suoi dispositivi: iOS 12.4 per smartphone e tablet, watchOS 5.3 per smartwatch, macOS 10.14.6 per i computer e tvOS 12.4 per la Apple TV. Non sono le release software annunciate nel corso della WWDC, che arriveranno in seguito. È un pacchetto di aggiornamenti di routine che include una serie di correzioni a diversi bug dei sistemi operativi in circolazione. Il dettaglio delle correzioni è elencato a questo link.

La novità più interessante riguarda iOS 12.4, si chiama iPhone Migration e permette di trasferire direttamente i dati da un vecchio iPhone a uno nuovo, semplicemente avvicinando i due dispositivi. Il trasferimento avviene in modalità wireless e comprende tutti i dati e le impostazioni dell’utente. Prima di procedere è necessario fare un backup completo, quindi disaccoppiare dal vecchio iPhone periferiche quali  l’Apple Watch. Occorreranno inoltre i propri ID Apple e password.

Passando oltre, molti gradiranno sapere che il pacchetto di aggiornamenti include l’attesa correzione di sicurezza per l’app Walkie-Talkie su Apple Watch, che era stata temporaneamente disattivata per una vulnerabilità che consentiva potenziali intercettazioni.

Per quanto riguarda i computer Mac, Apple consiglia l’upgrade a tutti gli utenti poiché migliora la stabilità e l’affidabilità dei computer e include una serie di correzioni di bug, tra cui quello che impediva la creazione di partizioni Boot Camp su Mac Fusion Drive. Inoltre, risolve un problema che in alcune circostanze causava blocchi durante un riavvio, problemi di grafica che si verificavano durante lo standby e migliora l’affidabilità della condivisione dei file.

Apple, come Microsoft e Google, pubblica periodicamente aggiornamenti di sistema, che sono sempre da installare per essere certi che i prodotti siano sicuri e che funzionino al meglio. La prossima tornata di aggiornamenti Apple è attesa in autunno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Contra Anniversary Collection, un tuffo nel passato di una delle più celebri serie di Konami

next
Articolo Successivo

Facebook, una falla in Messenger Kids permetteva ai minori di chattare con adulti non autorizzati

next