Valerio Scanu è stato scambiato per Marco Carta ed è stato insultato per l’episodio del furto a alla Rinascente di cui è accusato il cantante di Amici. Uno scambio di persona, dovuto forse alle molte cose che Scanu e Carta hanno in comune, dalle origini sarde alla partecipazione al talent di Maria De Filippi, ma non certo alla somiglianza fisica.

L’equivoco si è verificato su Instagram, dove un utente ha commentato una foto di Valerio Scanu: “Vergognati! Rubare alla Rinascente…dovrebbero buttare le chiavi“, ha scritto riferendosi all’episodio contestato però a Marco Carta. Subito gli altri utenti e anche lo stesso Scanu gli hanno fatto notare che si era sbagliato e che aveva confuso le persone ma l’utente in questione ha continuato imperterrito a ribadire che era stata una cosa vergognosa, riferendosi al furto. Un misunderstanding preso con ironia da Scanu, che l’ha raccontato nelle sue Instagram stories.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

❤️

Un post condiviso da VALERIO SCANU OFFICIAL (@valerio_scanu) in data:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

David Trezeguet, patente ritirata per guida in stato di ebbrezza. Lui agli agenti: “Pezzenti, poveracci, non guadagnate nemmeno duemila euro”

prev
Articolo Successivo

Striscia la Notizia, le veline Shaila Gatta e Mikaela Neaze: “Abbiamo urlato e siamo saltate addosso ad Antonio Ricci”

next