Chi se lo immagina un Sex and The City senza Carrie Bradshaw? Probabilmente nessuno. Eppure la popolare serie sarebbe potuta rimanere senza la sua protagonista. Il motivo? Sarah Jessica Parker, l’attrice che a Carrie dà il volto, ha raccontato a National Public Radio di essere stata molestata sul set e di aver chiesto ai produttori di intervenire, altrimenti avrebbe smesso di girare episodi.  “Credo che non importi quanto sei evoluta e moderna. Nonostante il mio ruolo non mi sentivo completamente nella posizione di parlare, non mi sentivo potente come l’uomo che si comportava in modo inappropriato”, ha detto, aggiungendo che “c’erano molte occasioni in cui accadeva”.

“Ne ho parlato con il mio agente, che l’ha poi comunicato ai produttori”, ha raccontato Sarah Jessica. E il suo agente intervenne, eccome: “Disse loro: ‘Se continua così, lascerà lo show… le ho mandato un biglietto, un biglietto di sola andata per lasciare la città e non tornerà più’. In poche ore, cambiò tutto”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Creme solari, Altroconsumo: “Chiesto il ritiro dal mercato di due prodotti per bambini con protezione 50 che in realtà hanno fattore 20”

prev
Articolo Successivo

Biglietti nominali per i concerti, le agenzie live in guerra: “Legge idiota, si puniscono il nostro lavoro e il pubblico”

next