“Ma è giusto giocare qua? Maledetti inglesi maledetti, scoppiasse una bomba su questo circolo qua, una bomba deve scoppiare qua”. È il duro sfogo di Fabio Fognini che conclude così tra le polemiche la sua avventura a Wimbledon. Il 32enne ligure, numero 10 del mondo e 12 del seeding, ha perso contro Tennys Sandregren nel secondo set del match del terzo turno del torneo inglese e si è scagliato contro la decisione degli organizzatori di programmare la sfida contro lo statunitense sul campo numero 14.

Immediate sono arrivate le sue scuse: “La frustrazione ti fa fare degli errori. Non volevo offendere nessuno. Mi dispiace“, ha detto il numero uno azzurro dopo le polemiche.  “Quando si è in campo può capitare di essere frustrati, molte volte perché non si è consci di come si sta giocando. Se si è offeso qualcuno chiedo scusa. Nulla di più. I campi sono più consumati rispetto al solito, perché quest’anno ha piovuto molto poco. Da metà campo in poi ci sono stati oggi diversi brutti rimbalzi. Non ho perso però per colpa del campo, il mio avversario ha giocato meglio”. Nonostante le scuse però, Fabio Fognini rischia ora una dura sanzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stevie Wonder annuncia: “Sto per avere un trapianto di rene, una paura”. Cancellati tutti i suoi concerti

next
Articolo Successivo

Cameron Boyce, è morta nel sonno la star della Disney: aveva 20 anni

next