Chi ha un’abitazione di lusso o un ufficio di alto livello, o chi vuole semplicemente lucidarsi gli occhi, può essere interessato alle nuove TV Samsung della gamma Luxury presentate in occasione dell’envento InfoComm 2019 che si conclude oggi a Orlando, in Florida. Gli annunci più sfiziosi sono The Wall Luxury, un display microLED modulare da 292 pollici, il modello Flip da 65 pollici 8K QLED.

Il Samsung The Wall Luxury consiste in una soluzione modulare, con tanti schermi microLED (ogni singolo pixel sono usati tre LED microscopici – rosso, verde e blu) che possono comporre schermi di dimensioni comprese fra 73 pollici (risoluzione 2K) e 292 pollici a 8K. Le giunture tra i diversi moduli sono invisibili, a meno di non avvicinarsi a pochi centimetri dallo schermo. Lo spessore è di appena 30 millimetri e la qualità dell’immagine è data dalla tecnologia Infinity.

Dispone di diverse tecnologie esclusive, come Ambient Mode, Quantum Processor Flex e Quantum HDR. La prima consente di riprodurre sullo schermo, quando non in uso, luci e colori dell’ambiente circostante per creare una soluzione di continuità con lo schermo. In alternativa è anche possibile riprodurre foto o immagini d’arte. Quantum Processor Flex invece è un sistema di qualità dell’immagine basato sul machine learning. In pratica ‎analizza i dati dell’immagine e calibra automaticamente il contenuto originale (di risoluzione inferiore), regolando la risoluzione dello schermo. ‎Quantum HDR, infine, garantisce una luminosità massima di 2.000 candele al metro quadro e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz per garantire sempre la miglior esperienza visiva.

MagicINFO 7 invece è dedicato espressamente ai punti vendita e alle postazioni pubblicitarie. Consiste in una piattaforma per il digital signage che ‎consente di ottimizzare e automatizzare le campagne promozionali, basandosi sull’analisi in tempo reale di grandi quantità di dati e sulle abitudini di comportamento dei clienti, così da visualizzare i contenuti più pertinenti “su misura” per le esigenze dei clienti in negozio. ‎

Flip 65 invece è il più recente modello Samsung di lavagne digitali per la collaborazione. Si può orientare in orizzontale o in verticale, e grazie alla diagonale da 65 pollici è indicato per le grandi sale riunione o le classi. Si può usare come superficie condivisa e interattiva, anche impiegando un’ampia gamma di penne e spessori. Particolare le modalità Pittura a Olio e Ad Acqua, che riproducono stili e texture differenti e offrono una ricca palette di colori che si possono anche mescolare tra loro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Huawei deposita il nome del sistema operativo proprietario ma altri fornitori la snobbano

prev
Articolo Successivo

Oppo Reno 10X Zoom è il concorrente più credibile dello Huawei P30 Pro

next