Buon compleanno Charlotte! La principessina secondogenita di William e Kate compie oggi 4 anni e per l’occasione sono state pubblicate alcune sue foto inedite sul profilo Instagram ufficiale degli eredi al trono. Le immagini, scattate da sua madre, duchessa di Cambridge, la mostrano con sorrisi accennati e in varie mise: lo scenario è quello del parco di Anmer Hall, la residenza di campagna nel Norfolk inglese della sua bisnonna, la regina Elisabetta.

Venuta al mondo il 2 maggio 2015 nell’esclusiva Liddo Wing del St. Mary’s Hospital di Londra e battezzata più tardi con il nome completo di Charlotte Elizabeth Diana of Cambridge, il suo compleanno cade esattamente nei giorni in cui casa Windsor aspetta un’altra nascita: quella del primo bebè del principe Harry, fratello minore di William, e dell’ex attrice afroamericana Meghan Markle. Nascita prevista ormai di momento in momento, ma su cui Harry e Meghan hanno fatto sapere dalla nuova residenza di Frogmore Cottage di voler mantenere un velo di riserbo e distacco mediatico sino a parto avvenuto

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rick Schroder, arrestato l’attore de “Il piccolo Lord”: è accusato di violenza domestica

prev
Articolo Successivo

“Gonfiore alle articolazioni? Una bottiglia di Châteauneuf-du-Pape. Colesterolo alto? Due bicchieri di Bergerac”: la storia dell’Ospedale civile di Strasburgo

next