“Se sei un pezzo di ghiaccio con la tua donna o con il tuo uomo, che stai assieme a fare? Se hai un desiderio, lo devi esplorare con il tuo partner, devi far sentire la tua presenza, anche fisicamente”. Siamo abituati a vederlo fare le peggio cose, come fare a pezzi – letteralmente – i nemici o spingere il suo migliore amico ad ammazzare il padre, questa volta però Salvatore Esposito, il Genny Savastano di Gomorra, racconta il suo lato più privato in un’intervista a Cosmopolitan, in cui ha parlato anche del suo rapporto con il sesso. Con il cosiddetto “rough sex“, il sesso un po’ rude, in particolare.

“Ormai è sdoganato. Un po’ di rudezza serve, fa parte dei rapporti. Magari uno sta cucinando, l’altro torna dal lavoro, cominci a baciarti e strusciarti e parte subito tutto. Quella passione lì, quella voglia di farsi sentire, ha la stessa potenza del sesso, anche se poi non succede niente. Ti tiene vivo, attaccati, è bello” ha detto Salvatore Esposito. “Il posto più strano dove hai fatto l’amore?”, gli chiede quindi l’intervistatrice. “Non nel bagno dell’aereo. Come si fa in un metro per un metro? A malapena ci sto io…”, risponde lui scherzando. “Non è un posto così strano, però ecco la storia. Ero alla fine del liceo e una sera riaccompagnai a casa una ragazza. Fermai la macchina sotto casa dei suoi, la finestra della sala proprio di fianco all’auto – ha iniziato a raccontare Esposito -. Erano le cinque del mattino e lo facemmo lì. Lei però era molto…entusiasta, non so se mi spiego. Diciamo che le piaceva molto, e si sentiva! Io mi rendevo conto che c’era la finestra lì vicino, però ero anche molto preso. Insomma, a ripensarci ora è una cosa che dici: ‘Che cazzata ho fatto’. Ora mi aspetto che mi suonino al citofono: e mi dicano ‘Dai Salvatore, scendi. Ti aspetto in auto’”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quattro persone nell’ultimo mese sono morte allo stesso modo nel Grand Canyon: è giallo

next
Articolo Successivo

Ciao Darwin, concorrente rischia la paralisi, Mediaset e Paolo Bonolis: “Abbiamo attivato la polizza assicurativa”

next