Caterina Balivo è stata protagonista di una gaffe durante la puntata di Vieni da me, in onda l’11 aprile su Rai1, con ospite in studio Alba Parietti. Durante il momento delle “Domande al buio” la conduttrice chiede alla coscia lunga della sinistra, come è stata ribattezzata negli anni, qualche nome di opinionisti, come lei, a tutto tondo, dalla politica all’intrattenimento. “Di opinionisti bravi che spaziano dalla politica al varietà ce ne sono pochi. Sgarbi è uno di questi, anche Mughini e Vladimir Luxuria lo sono altrettanto”, dice la Parietti.

Su quest’ultimo nome la conduttrice la ferma: “Eh ma no, dimmi il nome di una donna donna, una donna con la gonna“, intonando una famosa canzone di Roberto Vecchioni. La gaffe non passa inosservata sui social dove cominciano ad arrivare le prime critiche. Qualche minuto dopo la presentatrice di Aversa viene avvertita dagli autori e prova a fare un passo indietro per spiegarsi meglio.

“Prima abbiamo parlato delle donne o degli uomini, come Alba, che sono perfetti in televisione come opinionisti. Mi ha parlato di Mughini, Sgarbi e di Vladimir Luxuria. A quel punto ho detto dammi una donna con la gonna ma non volevo offendere nessuno, volevo stuzzicarla su donne donne quindi la D’Eusanio. Non volevo colpire nessuno o fare allusioni, perché forse non sono stata carina quando ho detto donna con la gonna. E state sempre lì (a polemizzare, ndr), quanto vi piace”, commenta la Balivo.

Sul suo ruolo di opinionista la Parietti, che sogna di tornare in tv con un programma tutto suo, aveva aggiunto:  “Dipende dai momenti, a volte mi soddisfa, a volte no. Però, io sono sempre preparata in quello che faccio, perché quando mi chiamano, studio e mi preparo perché ci tengo. Chi mi conosce sa quanto posso dare, l’importante è essere sempre onesti intellettualmente.”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Pechino Express, Simona Ventura alla conduzione? Costantino della Gherardesca: “Non ne so nulla e credo che la Rete mi avrebbe informato”

next