Per il secondo anno consecutivo, la Formula E torna ai blocchi di partenza del circuito romano dell’Eur. Sugli spalti, 5 mila posti in più per una due giorni di spettacolo a 360° e rivolto a tutti, tanto ai bambini quanto agli adulti: anche ai più restii e ferventi appassionati del motorsport “a combustione interna” e rumoroso, con la partecipazione dell’ex campione di Formula 1 Felipe Massa nella scuderia Venturi.

I 22 piloti in gara si sfideranno su un circuito di 2,84 km, il secondo più lungo della stagione dell’ePrix, che da via Cristoforo Colombo arriva al Colosseo Quadrato, passando per l’obelisco di Marconi. La competizione, dalle 14 in diretta streaming mondiale in 90 Paesi, avrà una durata di 45 minuti + 1 giro e quest’anno, per la prima volta, non prevederà pit stop per il cambio vettura: con l’introduzione delle Gen2, la seconda generazione delle monoposto elettriche Gen1 che fino al 2018 hanno calcato i circuiti mondiali della Formula E, la potenza delle batterie raddoppia e arriva a 250 kWh, con uno 0-100 km/h in 2,8 secondi.

Lo si è visto già lo scorso anno, lo rivedremo anche in questa edizione: la Formula E è la vera competizione social del motorsport. Nei sei giorni antecedenti la gara e 15 minuti prima dell’inizio del primo giro, infatti, è possibile votare il proprio pilota preferito via Twitter, app o direttamente sul sito ufficiale. I primi 5 piloti con il punteggio più alto ottenuto dal Fanboost riceveranno kilowatt extra da utilizzare in 5 secondi e nella seconda parte della gara.

La Formula E, nata nel 2014 dalla collaborazione tra FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) e l’imprenditore Alejandro Agag, ha iniziato la stagione 2018/2019 lo scorso 15 dicembre nella città saudita di Ad Diriyah e la chiuderà a New York il 13 e 14 luglio prossimi. Nel mezzo, dieci tappe sparse per il mondo, in cui a vincere, almeno fino alla prossima di Roma che sarà anche la prima europea, sono stati piloti sempre diversi: Antonio Da Costa, del team MS&AD Andretti, è attualmente il primo in classifica, Felipe Massa appena 15esimo. I team in gara sono Mahindra, Panasonic Jaguar, DS, Audi, Dragon, Nissan, Techeetah, Nio, Dragon, oltre ai già citati Venturi Racing e MS&AD Andretti.

Il calendario della tappa romana si aprirà già venerdì 12 aprile e ad animare il circuito saranno spettacoli di musica e sport, e la E-Parade, la sfilata dedicata a qualsiasi mezzo a zero emissioni (da veicoli e bici, scooter elettrici agli hoverboard); la mattina seguente, invece, si terranno prove e qualifiche, poi alle 14 il via definitivo alla gara.