Se pensavate che un lavoro così non fosse possibile, eccovi serviti. Quella che vedete è la supercar creata dalla McLaren per omaggiare Ayton Senna, di cui porta il nome. E’ grande come l’originale, solo che questa è di Lego… Avete capito bene, è stata creata in 5000 ore da dieci assemblatori specializzati (seguendo il progetto di 42 specialisti della squadra di costruzione Lego), che hanno utilizzato quasi mezzo milione di pezzi (di cui una tonnellata circa di mattoncini) per realizzarla fedelmente all’originale, sia fuori che dentro. Il peso è addirittura superiore di 500 kg rispetto all’originale (in tutto sono 1.700 chili), e questa “vettura” è il primo modello interattivo della Lego: si potrà salire a bordo, mettersi al volante, schiacciare il bottone dello start posizionato sul tetto e  sentire una simulazione sonora del potente propulsore. Il tutto al prossimo Goodwood Festival of Speed nel Sussex, UK, dove verrà esposta a inizio luglio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tesla Model Y, prezzi a partire da 57 mila euro. Ma arriva solo tra 2 anni – FOTO

next
Articolo Successivo

Autovelox, in Francia arrivano quelli anti Gilet Gialli

next