“Purtroppo in questa vicenda ci sono molti punti che non tornano. È come se ciascuno di noi avesse perso una figlia, una sorella. Chiediamo giustizia per loro e le loro famiglie”. Maria Elena Boschi (Pd) interviene alla Camera e, rivolgendosi al governo (presente, in Aula, la viceministra degli Esteri, Emanuela Claudia Del Re), ricorda l’incidente, avvenuto nel marzo del 2016, che in Spagna coinvolse un bus di studenti in Erasmus e che causò la morte di 13 ragazze, tra cui sette italiane. Boschi seguì la vicenda da ministra e poi da sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio. Nel settembre del 2017, l‘accusa contro l’autista (che in un primo momento avevo dichiarato di essersi addormentato) venne archiviata. Ma nell’estate dello scorso anno il tribunale spagnolo ordinò di riaprire il caso, dando 18 mesi per le indagini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cina, Xi Jinping al Quirinale da Mattarella Ft: “Visita è sfida a solidarietà europea”

prev
Articolo Successivo

Regionali Basilicata, 5 “impresentabili” nelle liste. Tra loro due condannati per peculato rischiano la sospensione

next