Cristiano Ronaldo è sotto inchiesta per l’esultanza al termine di Juventus-Atletico Madrid. L’Uefa ha reso noto di aver aperto un’indagine disciplinare sul gesto del fuoriclasse bianconero, che per festeggiare il passaggio ai quarti di Champions League si era portato le mani nelle parti basse ‘imitando’ l’allenatore dei colchoneros Diego Pablo Simeone.

La decisione dell’Uefa è attesa il 21 marzo, quando la Juve saprà quindi se potrà disporre o meno di Cristiano nel match di andata contro l’Ajax. Secondo quanto comunicato dall’Uefa, “a seguito di un’indagine disciplinare condotta da un ispettore Uefa per l’etica e la disciplina, in conformità con l’articolo 55 del Regolamento Disciplinare Uefa, sono stati avviati procedimenti disciplinari “.

L’indagine verte sul “comportamento improprio” del giocatore. Per un gesto molto simile, rivolto ai propri tifosi, Simeone era stato punito con un’ammenda da 20mila euro.