Se avete tra i 18 e i 45 anni e state decidendo dove andare in vacanza quest’estate c’è un posto che potrebbe fare al caso vostro. Tanto più che vi offre di trascorrere il mese di agosto gratis. Si tratta del borgo di Biccari, in Puglia: un comune che conta meno di tremila abitanti situato in uno dei paradisi naturali della regione, la zona dei Monti Dauni, che cerca qualcuno disposto ad aiutarlo a valorizzare le bellezze del suo territorio e i suoi prodotti locali.

L’iniziativa promossa dal Comune, dalla Cooperativa di Comunità e da Daunia Avventura sarà online dal primo marzo 2019 e si potrà presentare la propria candidatura sui siti www.coopbiccari.it e www.dauniavventura.com. In pratica, saranno selezionate due persone, di età compresa appunto tra i 18 e i 45 anni, a cui sarà offerto di trascorrere gratuitamente il mese di agosto in paese, in cambio di qualche ora giornaliera di volontariato nel Parco Avventura della “Daunia Avventura” o di attività di sostegno nella Coop di Comunità.

Insomma, “diventeranno cittadini temporanei di Biccari, immergendosi nella cultura locale – come spiegano gli organizzatori – imparando l’italiano (se stranieri), co-operando con la Cooperativa di Comunità, facendo volontariato al Parco Avventura, scoprendo i prodotti tipici e contribuendo alla conoscenza del territorio di Biccari e dei Monti Dauni attraverso la condivisione social della loro esperienza“. Durante il mese di permanenza saranno proposte anche altre attività in collaborazione con realtà locali, oltre a  visite guidate alla scoperta di altri Comuni ed eccellenze dei Monti Dauni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nanni Moretti: “Un film su Salvini come ‘Il Caimano’? Sarebbe al di sopra delle mie forze”

next
Articolo Successivo

Daniele Nardi disperso sul Nanga Parbat: ricerche sospese

next