Ci siamo conosciuti nello sgabuzzino della casa di Caterina Balivo“. A rivelarlo è Ilaria Spada che in un’intervista a “F” ha parlato della sua storia d’amore con Kim Rossi Stuart, rivelando come si sono conosciuti. “Mi viene da ridere – ha spiegato a “F” – perché Caterina si arrabbia molto quando lo chiamo così. In realtà era una stanza dove si lasciavano i cappotti. Sono entrata a lasciare il mio e c’era lui con il marito di Caterina a chiacchierare e a bere vino. L’ho guardato e ho detto “Ah! Mi unisco. Non ci siamo più alzati”.

Subito è arrivato poi il loro primo figlio: “Si dopo tre settimane abbiamo sentito forte questo desiderio”, ha spiegato. E ora sono pronti per le nozze: “Sul figlio ho sentito di potermi fidare della mia intuizione. Però volevo un matrimonio cristiano, serio, importante. Ho voluto sposarmi con consapevolezza, perché molti matrimoni finiscono perché c’è l’idea che sarà perfetto per sempre come durante l’innamoramento, una fase totalizzante che non è però la vita reale. Non so gli altri, per noi è stato come essere sopra il mondo, per cui era impossibile gestire anche priorità di cibo e sonno”. Così ora pensano di allargare la famiglia: “Di questo preferisco non parlare, anche per scaramanzia. Ma di sicuro prima o poi un altro figlio arriverà: amo le famiglie numerose”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Artonauti, arriva il primo album di figurine dedicato alla storia dell’arte

prev
Articolo Successivo

Nanni Moretti: “Un film su Salvini come ‘Il Caimano’? Sarebbe al di sopra delle mie forze”

next