Per Silvio Berlusconigli italiani sono fuori di testa“. Il motivo? “Mi conoscono tutti, mi è difficile andare per strada perché mi chiedono foto, mi fermano…e poi? Sa quanti mi votano? Cinque o sei italiani su cento“. In vista delle elezioni europee l’ex presidente del consiglio sceglie il salotto di Barbara D’Urso per uno dei suoi tipici show. “Non mi invitate mai sulle vostre tv, di voi che le fate”, dice alla presentatrice della “sua” Canale 5. Poi ha iniziato un monologo di almeno 20 minuti. “Spero fino a maggio (cioè alle elezioni Europee alle quali si candiderà, ndr) di poter intervenire in tv: invitate Di Battista, ma chi è? Sono qui perché ho protestato con Fedele Confalonieri. ‘Sei presidente di una tv che non mi invita maì, gli ho detto”, ha sostenuto il leader di Forza Italia.

Poi l’ex premier si è scatenato con uno dei suoi obiettivi preferiti: il Movimento 5 stelle. “Il signor Di Maio che cosa ha fatto?”. ”Di Battista chi è?”, ha chiesto al pubblico in sala. “Che cosa ha fatto il signor Di Maio? Ditemelo voi… Di Maio dove ha studiato? Quanti esami ha superato con 30 e lode? Quante lauree ha preso? Dove ha lavorato? E gli diamo in mano l’Italia? Siete tutti pazzi…“, ha detto l’ex premier riferendosi al voto del 4 marzo. “Gli italiani sono usciti di testa, siamo un popolo di matti, chiaro?”.

Nemmeno il Festival di Sanremo gli è piaciuto: “Io scrivo canzoni – ha spiegato il premier – e quest’anno sono tutte boiate”. L’ex premier ricorda l’età dorata, quando era lui a Palazzo Chigi, e sostiene di aver mantenuto una politica fiscale più leggera, le relazioni internazionali efficaci e vigorose. Poi, come un profeta inascoltato, spiega gli errori del governo M5S-Lega: lo stop all’Alta velocità, imposto con “uno studio fatto apposta dai 5Stelle, che sono contrari”; il reddito di cittadinanza, che per l’ex premier non funzionerà e sarà distribuito male; l’isolamento dell’Italia, evidente dalla recente rottura con la Francia e dalla cacofonia dell’esecutivo sulla crisi venezuelana.

Berlusconi spiega che si candiderà alle prossime europee per “senso di responsabilità. Sono abbastanza preoccupato per quello che sta accadendo attorno a noi, in Italia ed in Europa. Sono preoccupato per i miei figli e i miei nipotini”. Vista la collocazione da capolista e l’elezione pressoché scontata, l’ex cavaliere ha già trovato l’appartamento che fa per lui a Bruxelles. Da lì, da europarlamentare, Berlusconi lavorerà per riportare al governo quel centrodestra che a livello locale “ha sempre vinto dal 5 marzo in poi”. Nessuna battuta su Matteo Salvini e sulla Lega, in questo momento alleati di governo del tanto vituperato Movimento 5 stelle. Motivo per cui per Berlusconi l’attuale esecutivo è una “macedonia“, per di più “uscita male”.