Imbragato in una grossa rete. Non c’è pace per Spezzacchio, l’albero di Natale che sostituisce Spelacchio in Piazza Venezia, a Roma, e che quest’anno è stato sponsorizzato da Netflix. Soprannominato “Spezzacchio” perché arrivato senza rami (per via del trasporto), adesso si è messo a soffiare un forte vento da Nord che ha fatto cadere alcune delle decorazioni. Da lì, la decisione di imbragarlo. Insomma, dicono alcuni sui social, “di torturarlo”. Perché, manco a dirlo, su Twitter si è scatenata l’ironia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ordina un piatto di ostriche da 13 euro, dentro trova una perla che ne vale almeno 2mila

next
Articolo Successivo

Nicole Minetti lancia la sua crema anticellulite: “Ho provato di tutto ma non ero mai soddisfatta. Allora ho pensato: perché non fare una linea tutta mia?”

next