Brittany e il suo Griffin. Inseparabili. Lei, 25 anni, si sposta con una sedia a rotelle e soffre di dolori cronici. Ecco che il golden retriver di 4 anni è per lei fondamentale, nella vita di ogni giorno e anche negli studi: è lui che le porta il cellulare, le apre le porte, e le porta qualsiasi cosa lei indichi con un puntatore laser. E quando Brittany Hawley ha preso un master in terapia occupazionale alla Clarkson University di New York, anche Griffin ha ricevuto un diploma ad honorem. “Griffin ha dimostrato uno sforzo straordinario, un impegno costante e una dedizione totale per il benessere e il successo degli studenti”: ecco la motivazione. Griffin, regalo preziosissimo per la 25enne, è arrivato grazie a un programma delle prigioni del West Virginia: ai detenuti viene insegnato come addestrare i cani, che vengono poi dati come assistenti (e amici) a persone che ne hanno bisogno, come Brittany.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nicole Minetti lancia la sua crema anticellulite: “Ho provato di tutto ma non ero mai soddisfatta. Allora ho pensato: perché non fare una linea tutta mia?”

prev
Articolo Successivo

Mara Maionchi: “Il cancro? Ho fatto gli esami un mese fa, fino a ora sto bene. Speriamo in bene. La nostra vita è vivere giorno per giorno”

next