Mario Martone, ospite nella redazione Fatto.it (qui il video della diretta), ha presentato il suo nuovo film, Capri Revolution nelle sale italiane dal 20 dicembre. Nella lunga chiacchierata sulla sua carriera di regista cinematografico e teatrale, Martone ha confessato di aver visto al cinema diversi “cinepanettoni”. “Ne ho visto qualcuno. Ce n’era uno che mi divertiva e che volevo andare a vedere, ma non ricordo se l’ho visto. Mi pare fosse SPQR, quello con gli antichi romani”, Poi ha aggiunto: “Anche Vacanze di Natale mi divertiva. Il cinema è un insieme, è un’industria. Non dimentichiamo che tanto cinema d’autore si è fatto e si fa perché esiste chi ha retto l’industria con grandi incassi. Tutto il cinema italiano deve essere grato a Checco Zalone

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

David di Donatello, così cambiano gli Oscar italiani: nuova giuria e nuove regole (che aprono a Netflix)

prev
Articolo Successivo

Old man and the gun, con questo film Robert Redford dice addio al mondo del cinema – LA CLIP ESCLUSIVA

next