Francesco all’inizio mi ha detto: ‘Quando ci sposiamo smetti di lavorare e ti dedichi alla famiglia’. L’ho guardato negli occhi e gli ho spiegato che avrei lavorato: forse c’era un pizzico di gelosia in quella richiesta. Ma ha capito che era una priorità e mi ha lasciato fare”, Ilary Blasi si racconta in un’intervista a Liberi Tutti, allegato del Corriere della sera. La carriera della conduttrice era iniziata molto presto: “In fondo sono sempre stata davanti alle telecamere: ho iniziato a sette anni con i primi spot.”

“Certo, potevo scivolare nel cliché della compagna del calciatore, conducendo una trasmissione sportiva o magari facendo un calendario: ma insieme a Franchino Tuzio (l’agente morto lo scorso anno, ndr) ho individuato un percorso diverso e da lì a poco ho fatto Sanremo. E su quel palco ho promesso che ci ritorno“, ha aggiunto la Blasi. Tvblog ieri aveva ipotizzato uno stop volontario della signora Totti per la prossima stagione, una pausa dal Grande Fratello Vip, dopo aver già lasciato Le Iene, per far spazio a Barbara D’Urso con una edizione con  concorrenti vip e nip.

Da Cologno Monzese non arrivano conferme e Notoria, agenzia che la rappresenta, contattata dal FattoQuotidiano.it smentisce l’ipotesi di una pausa della conduttrice che nel corso della chiacchierata affronta anche il caso Corona con cui aveva litigato proprio in una puntata del reality. La Blasi smentisce ogni forma di accordo precedente di cui aveva scritto proprio il quotidiano diretto da Luciano Fontana: “Non c’era nessun accordo tra noi, non mi presto alle pagliacciate: se ci fosse stato, lui se la sarebbe giostrata meglio, non mi avrebbe detto quelle brutte parole”.

Racconta infine la sua vita come “quasi monotona: sveglia presto e la sera tutti a tavola insieme, sempre.” Il Natale sarà in famiglia: “Totti vestito da Babbo Natale per i bambini? Impossibile, lo scoprirebbero. La gente lo riconosce anche quando indossa il casco.”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Anna Tatangelo: “Per stare bene devo fare l’amore almeno tre volte a settimana”

prev
Articolo Successivo

Fedez e Chiara Ferragni nudi sul letto. La foto su Instagram: molti apprezzano, ma arrivano anche critiche: “Fate pena”

next