Per stare bene devo fare l’amore almeno 3 volte a settimana“, ha confidato Anna Tatangelo a Le Iene. La cantante di Sora è stata protagonista di un’intervista doppia con il rapper Achille Lauro, con cui ha realizzato una nuova versione di ‘Ragazza di periferia’, e ovviamente non sono mancate le domande legate al sesso, da qui la sua confessione. “La prima volta? Parcheggio, in macchina. Avevo detto a mia mamma ‘non ti preoccupare sono a casa di un’amica’. Qualcosa mi ha sorpreso nella mia vita sessuale? Oh, va beh andiamo avanti (ride, ndr). Diciamo quando aspetti una cosa e in realtà è un’altra.”

Il temo molestie colpisce ovviamente anche il mondo musicale: “Mi è successo soltanto una volta ma ho mandato a cagare. Se succede consiglio di tirare un bel calcio nei co***oni e andare a denunciare.” L’ex giudice di X Factor poi confessa di aver ricevuto avance anche da molte donne: “Sì, ma non ci sono stata perché per me sono una tradizionalista”.

Dopo il progetto con Lauro il nome della Tatangelo circola anche per Sanremo 2019, qualcuno azzarda perfino in coppia con Gigi D’Alessio. I due dopo aver vissuto una crisi sono tornati insieme, il settimanale Chi li ha immortalati in vacanza a Roccaraso, in Abruzzo. Un lungo tira e molla che si sarebbe concluso con Gigi e Anna di nuovo innamorati ma con una tendenza maggiore alla riservatezza, senza proclami e dichiarazioni.

In attesa delle nozze? “Ora ci sono altre priorità. Quando decideremo, lo comunicheremo sui social, per rispetto di tutte le persone che ci vogliono bene e che ci hanno sostenuto in questi anni”, aveva detto il cantante. La Tatangelo a Le Iene sull’argomento ha aggiunto: “Quando c’è sentimento e ci sono figli il matrimonio sti gran ca**i”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Un calendario di donne e uomini nudi fotografati accanto a bare da morto? L’idea di un’azienda polacca: il successo commerciale è notevole

prev
Articolo Successivo

Ilary Blasi, una pausa dalla tv per “fare spazio” a Barbara D’Urso? La sua agenzia smentisce. E lei torna sul “caso Corona”: “Nessun accordo, non mi presto a pagliacciate”

next