Arriva Fortnite 6 e i fan si scatenano su Pornhub. Non è bastato al videogioco online risultare nell’intero 2018 uno dei 25 termini più ricercati sul sito web di porno gratuito più seguito al mondo. Attorno a fine settembre, nei giorni in cui è stato possibile scaricare la stagione numero 6, parallelamente su Pornhub la ricerca del termine “fortnite”, accoppiato spesso ad altre specifiche, è schizzato verso l’alto con un aumento del 112% in 24 ore.

In pratica, come viene segnalato su Forbes, la testata che ha commissionato la ricerca, le frequenti pause che il videogioco fornisce porta ad aumento in massa della ricerca di materiale pornografico su Pornhub. La “migrazione” tra un contesto e l’altro pare oramai una tendenza consolidata. I fan di Fortnite cercano con grande frequenza “fortnite hentai”, “fortnite porn” e “fortnite parody”.

Non va male nemmeno la categoria “fortnite cosplay”. I fan del battle royale game più seguito del momento adorano poi cercare su Pornhub anche i personaggi a cui si sono affezionati durante il gioco. Tra i dieci termini più cercati, infatti, ecco risultare “fortnite sun strider” e “fortnite zoey”. La new entry, la cowgirl Calamity, si attesta già entro la quindicesima posizione, ed è il terzo personaggio più popolare del videogame su Pornhub. Tra l’altro Calamity, jeans corti attillati e una canottierina bianca per contenere a fatica i prosperosi seni, è finita al centro di diverse polemiche da parte degli utenti di Fortnite perché il dondolio dei seni mentre Calamity saltella, corre, scappa, inizialmente presente nella versione 6, è stato modificato fino alla sua sparizione. Da Pornhub ironicamente segnalano che non possono fare miracoli: anche sul loro sito i seni di Calamity rimangono immobili come voluto dalla Epic Games.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Demi Moore, la sua nuova fiamma è una donna. Dopo Bruce Willis e Ashton Kutcher, l’attrice ha deciso di cambiare genere

prev
Articolo Successivo

Rihanna, la cantante pubblicizza una linea di lingerie su Instagram e i fan “impazziscono”

next