Kit Harington, alias Jon Snow di Game of Thrones, disteso sul letto di una camera d’albergo, nudo e con un’espressione languida. Questa è solo una delle immagini che si vedono nelle foto scattate e pubblicate sul web da Olga Vlasova, una modella russa che sostiene di aver avuto una love story con l’attore, che però è sposato con Rose Leslie, conosciuta sul set della celebre serie tv.

La giovane ha raccontato di aver conosciuto Harington in Lussemburgo, di essere stata la sua amante per settimane e che la loro relazione è andata avanti anche dopo il matrimonio dell’attore. Gli scatti hanno fatto subito il giro del web (prima di essere rimossi) e Harington è stato accusato di aver tradito la moglie, accuse che lui ha subito respinto: “Sono tutte false – scrive il suo legale in una nota stampa -. Il mio cliente non è mai stato in Lussemburgo e non ha mai incontro Olga Vlasova”.

Ovviamente la notizia ha aperto il dibattito tra i fan dell’attore, che sui social si sono divisi. C’è chi ritiene fasulle le immagini che sono state pubblicate su Twitter, sostenendo che siano state modificate con Photoshop; e chi invece accusa Harington di aver infranto le promesse che ha rivolto alla sua Rosie. Altri ancora credono nella sua colpevolezza ma accusano la modella di aver diffuso le foto solo per rincorrere il guadagno facile. Sta di fatto che le foto in questione sono piuttosto inequivocabili.

Kit Harington ha conosciuto Rose Leslie sul set della seconda stagione del Trono di Spade nel 2012. I due attori hanno tenuto la loro relazione segreta per un po’ di tempo, ma nel 2016 sono usciti allo scoperto e hanno fatto il loro debutto come coppia sul red carpet, durante la cerimonia di premiazione degli Olivier Awards a Londra.Dopo un anno, nel settembre del 2017, Kit Harington e Rose Leslie hanno annunciato il matrimonio. Il 23 giugno 2018 i due si sono sposati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Meghan Markle, bookmakers scatenati: la duchessa aspetta due (o tre) gemelli?

prev
Articolo Successivo

Nadia Toffa: “Mi sento single pur essendo innamorata. Libera di scegliere il mio uomo ogni giorno, pur avendo altre alternative, come lui…”

next