“La gente parlava di me chiamandomi ‘prostituta’. Ho querelato chi lo faceva ma se lo fossi io lo accetterei. Il fatto è che non ho mai preso soldi per il sesso. Salmo? Lui lo pagherei” parola di Asia Argento. Ospite di Giovanni Veronesi e Max cervelli a Radio 2, l’attrice italiana si è tolta qualche sassolino dalla scarpa, soprattutto sulla sua sostituzione a X Factor. “Lodo Guenzi? Ho il dente avvelenato, s‘è già fatto eliminare due band che potevano andare molto più avanti”, dice Asia.

“Qui mi scatta il dente avvelenato perché avrebbe dovuto consultarmi, io gli ho scritto in privato, gli ho mandato un DM per confrontarsi con me, e gli ho detto che mi dispiaceva per questo dissing – continua -. Gli ho detto che se voleva potevamo confrontarci sul perché ho scelte queste band, che brani avevo pensato per loro, quale percorso, perché si usa sempre questa parola. Gli ho tolto il follow, adesso deve capire da solo cosa fare”, ha poi commentato caustica. Sulla band rimasta “io – conclude Asia – a questo punto non consiglio nulla, vediamo se ci arriva da solo!“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Melegatti, il lievito madre di 124 anni “tenuto in vita” da due dipendenti: così riparte la produzione

prev
Articolo Successivo

Marco Carta: “Mio padre aveva un’altra famiglia, un altro figlio, e non mi ha mai voluto conoscere”

next