E’ accusata di aver ucciso e cucinato il fidanzato, servendolo poi come pasto. La macabra storia, riporta l’AdnKronos, è accaduta negli Emirati Arabi (al confine con l’Oman). La donna, 30 anni, avrebbe ucciso il compagno con il quale stava da 7 anni e lo avrebbe poi servito come pasto ad un gruppo di operai che stavano facendo dei lavori nei pressi di casa sua.

I fatti risalgono a tre mesi fa, quando l’uomo aveva tentato di lasciare la 30enne, ma solo di recente la polizia, in seguito alla denuncia di scomparsa del fratello della vittima, ha ritrovato dei denti nel frullatore della donna. Una volta che il test del DNA ha confermato che il dente apparteneva allo scomparso, la donna è stata arrestata. Secondo gli investigatori, si legge sulla Bbc, che cita a sua volta The National, la donna avrebbe servito i resti del fidanzato all’interno di un machboos, piatto tradizionale del Golfo fatto con riso e carne, simile al biryani.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Federico Fiumani, il leader dei Diaframma accusa di molestie il promoter di un festival: “Con gli stronzi che picchiano le donne non ci lavoro. Chi lo fa ha tutto il mio disprezzo”

prev
Articolo Successivo

Asia Argento risponde al rapper Salmo che la cita in un brano: “Se ti do 20mila euro me lo dai?”

next