Matteo Salvini si è dimesso da consigliere comunale di Milano, dove era stato eletto per la prima volta nel 1993. Il leader della Lega e ministro dell’Interno ha presentato lunedì mattina le sue dimissioni dalla carica e queste sono state protocollate.

Proprio nell’aula di Palazzo Marino era iniziata la sua carriera politica e lì è rimasto in carica per oltre due decenni. All’epoca, quando sindaco era Marco Formentini, aveva poco più di 20 anni ed era il più giovane nel Consiglio comunale.

Al suo posto, entro dieci giorni, verrà nominato consigliere il primo dei non eletti nelle fila del Carroccio, Gabriele Abbiati. Dalla sua ultima elezione, nel giugno 2016, fino a settembre Salvini era stato presente in appena 29 sedute su 160 dopo aver raccolto circa 8mila preferenze: una percentuale pari ad appena il 18%.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Torino, consiglio approva mozione No Tav. La Lega vota contro e il consigliere Ricca: “Fuga in avanti del M5S”

prev
Articolo Successivo

Manovra, Berlusconi: “Aumenta debito per assistenzialismo. Lega metta fine a governo contro natura”

next