Fresca dell’undicesimo titolo piloti nel campinato italiano Rally con la 208 “equipaggiata” dalla coppia di ferro del motorismo nazionale, Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, Peugeot annuncia che al termine di questa stagione si ritirerà dal Campionato del mondo FIA di Rallycross WRX.

Il motivo? “L’incertezza sul passaggio (di tale competizione, ndr) a una modalità elettrica nel 2021″, come si legge in una nota ufficiale della casa del Leone. L’obiettivo, insomma, è quello di proporre una transizione verso l’elettrificazione anche nelle competizioni: proprio in questa direzione va l’annuncio dell’arrivo di una gamma di auto sportive a batteria a partire dal 2020.

Del resto, proprio al recente salone dell’auto di Parigi Peugeot ha presentato una nuova generazione di veicoli ibridi plug-in: 3008 HYbrid4, 508 e 508 SW Hybrid, ovvero il primo passo di una strategia che prevede il passaggio progressivo dai motori a combustione verso quelli a emissioni zero.

Una strategia che, come detto, interesserà anche i modelli sportivi, da sempre biglietto da visita della casa francese. Non solo a livello di competizioni, ma anche e soprattutto per offrire ai clienti performance a basso impatto ambientale, come spiega il direttore del marchio Jean-Philippe Imparato: “L’elettrificazione rappresenta un’opportunità per proporre nuove versioni ad alte prestazioni ai clienti alla ricerca di grande sportività ma anche basse emissioni. Le performance offerte dalla propulsione elettrica amplificheranno le sensazioni di guida. La noia non farà mai parte del nostro DNA”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mobilità green, Parma prima tra le città italiane. Maglia nera per Catanzaro

prev
Articolo Successivo

Guida autonoma e incidenti stradali, Waymo stila il suo vademecum

next