Si è addormentata dopo pranzo e non si è più svegliata. È morta così Giada Dall’Acqua, 28enne ex azzurra della squadra di pattinaggio artistico. Abitava a San Giovanni in Marignano, in provincia di Rimini, col marito e la loro bimba di 18 mesi. I primi accertamenti del medico legale sembrano propendere per le cause naturali ma è stata comunque disposta l’autopsia sul corpo della ragazza, morta mercoledì. A dare la notizia della scomparsa attraverso un post su Facebook è stata la Scuola Pattinaggio Pietas Julia, per la quale lavorava l’ex atleta.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, studenti bruciano manichini con le maschere di Salvini e Di Maio. Cori e slogan contro i due ministri

next
Articolo Successivo

Lodi, 200 bambini stranieri esclusi dalla mensa per regolamento del sindaco leghista. Il reportage di Piazzapulita

next