Era già sucesso qualche anno fa, precisamente nel 2009, che Fiat e Mattel decidessero di collaborare mettendo insieme quanto di più “prezioso”, commercialmente parlando, possedessero. Ed ecco dunque Fiat 500 e Barbie, icone ognuna a modo suo, messa una vicino all’altra in perfetto stile co-branding.

Un successo, allora, da ripetere oggi. Cosa che sta effettivamente succedendo a Corso Buenos Aires e nelle principali vie del centro di Milano, dove ignari passanti (e immaginiamo che ad essere più sorprese siano le bambine) si ritrovano davanti diverse 500 parcheggiate e “inscatolate” nel classico pacchetto delle Barbie.

Le auto-giocattolo, come potete vedere nelle immagini, sono vere e dunque a grandezza naturale. E se vi dovesse capitare di passarci davanti e ammirarle da vicino, sappiate che potreste incappare in una candid-camera: le reazioni dei passanti verranno infatti riprese di nascosto e riproposte ad ottobre in un video sulle pagine social di Fiat e Mattel, dove poter seguire l’iniziativa di guerrilla marketing da subito.

Il video promuoverà inoltre un’iniziativa speciale, in cui verrà messa in palio una vera Fiat 500 tra chi acquisterà una “confezione” contenente l’auto-giocattolo e, naturalmente, la popolare bambola.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ferrari, il piano industriale: entro il 2022 suv Purosangue e 60% di modelli ibridi

prev
Articolo Successivo

Auto storiche, un giro d’affari da oltre due miliardi di euro all’anno in Italia

next